ciclopica

Giganti In Collina

Amelia (TR) 2 3 4 5 giugno

"Venite, amici miei, non é troppo tardi
per cercare un mondo più nuovo"

Trailer Crowdfunding
Vai al programma

Accedi alla
Raccolta Fondi

«Venite, amici miei, non è troppo tardi per cercare un mondo più nuovo». Per farlo, abbiamo bisogno di voi!

Da oggi è aperto il CROWDFUNDING, essenziale per far sì che anche la seconda edizione sia davvero...Ciclopica!

Con il vostro aiuto, prima di giugno avremo fatto

Partecipa

Programma

Giovedì 2

Museo Archeologico

Eroi smascherati: creiamo le maschere dei Giganti!

Laboratorio creativo per bambini (5-10 anni)

Un laboratorio creativo per bambini dai 5 ai 10 anni che accompagnerà i più piccoli nella realizzazione di maschere in carta e cartone colorato, per rappresentare (e impersonificare!)i Giganti e le figure della mitologia greca. Il laboratorio si terrà presso l’Archeospazio del Museo Archeologico di Amelia.

A cura della Fondazione Lungarotti

Per informazioni: segreteria@ameliaciclopica.it

 

 

Chiostro Palazzo Colonna

Concerto aperitivo “In principio era il suono”

CICLOPICA & AMELIADOC: una partnership DOC!

Una formazione a metà tra serietà ed ironia, tra musica classica e pop, tra ascolto ed intrattenimento. Una proposta per palati raffinati e pubblico curioso. Pianoforte, violino e trombone – oltre ad una lunga serie di immancabili giocattolini – si intrecciano a creare contesti sonori ideali per la voce del theremin, famigerato strumento elettronico inventato ai primi del novecento e saggiamente trascurato dai più. La sua principale caratteristica è che si suona senza toccarlo, attraverso l’improbabile gesticolare dell’esecutore attorno alle due antenne che lo compongono. In altre parole: tanto magico quanto complicato!

L’ aperitivo con vini e prodotti tipici del territorio sarà curato da Ameliadoc.

Ingresso gratuito 

 

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno delle Antiche Cantine di Palazzo Colonna

Decostruttori Postmodernisti, quartet

Terrazza Palazzo Venturelli

Oggi le Comiche

Reading letterario

Tre monologhi. Dal romanzo Watt di Beckett, da Antichi Maestri di Bernhard e, il terzo, un dramma breve di cui è autore lo stesso Trevisan. Un percorso attraverso la durezza scarnificata dell’esistenza umana e il suo non-senso, il suo carattere drammatico e, insieme, inesorabilmente ironico. Appunto: oggi le Comiche.

 

Ingresso gratuito

Vitaliano Trevisan, scrittore e attore

venerd 3

Chiostro Palazzo Colonna

Pazzi, buffoni e altri smisurati

Shakespeare grottesco

Quando l’assoluto appare assurdo, quello è il grottesco. Quando la vittima viene derisa e pure il carnefice, quello è il grottesco. Quando l’eroe è senza scampo e tu pure, quello è il grottesco. Quando i giganti vengono sconfitti, quello è il grottesco. Quando la bellezza muore e il genio no, quello è il grottesco. Quando la tragedia diventa grottesca, quello è Shakespeare.

 

Al termine dell’incontro si terrà una degustazione delle birre del Birrificio Amerino.

Ingresso gratuito

 

In caso di pioggia l’evento si terrà nelle Antiche Cantine di Palazzo Colonna

Davide Grossi, filosofo

Gilberto Sacerdoti, critico letterario e poeta

Chiostro Boccarini

Do the Funky Giant!

Briccialdi Big Band in Concert

Da John Coltrane a John Lennon, da Cole Porter a Tito Puente e altri Giganti della musica. La Briccialdi Big Band si ripromette una vera e propria impresa titanica: portare quasi trenta artisti dentro alle mura di Amelia per costruire, a Ciclopica 2016, un incastro di jazz, funky, fusion e latin.

 

Ingresso gratuito

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della chiesa di San Francesco

Briccialdi Big Band, big band

sabato 4

Chiostro Boccarini

Colossi, statue e ‘cari leader’

Quando la politica si fa ideologia

Smarrite le ideologie del Novecento, la domanda scomoda, ma inevitabile, che s’impone è la seguente: hanno avuto un valore soltanto negativo le ideologie? Sono state solo la fabbrica, o il megafono, di ‘cari leader’? Perché, a ben vedere, senza il loro titanismo che con fare prometeico reggeva e plasmava interi mondi (politici, culturali e sociali), sembriamo ormai tutti dei ‘nani’, senza più un sistema di riferimento, né ‘valori’ condivisi? E qual è, in tutto ciò, il ruolo della cultura e dell’intellettuale oggi?

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della Sala Flavio Boccarini

Marino Sinibaldi, critico letterario e conduttore radiofonico

Massimo Onofri, scrittore e critico letterario

Massimo Adinolfi, filosofo

Chiostro Boccarini

Elogio del romanzo storico

Gigantomachia del Novecento italiano

 

Narrazione e storia si fondono nei libri di Antonio Pennacchi, seguendo un filo condurre che rievoca i grandi miti e le grandi illusioni dell’ultimo secolo italiano. Il Canale Mussolini diventa così non solo un luogo, non solo una grande opera: diventa una fenditura, rottura con il passato, emblema di un mondo nuovo. Fuori dalla palude è così la promessa di modernità, l’avvento di un’epoca futura. Temi questi – di questa altrettanto immensa e, per certi versi, tragica Gigantomachia nazionale – che Pennacchi porta a narrazione, porta a storia raccontata, conduce a romanzo. Per tentare di indicare cosa eravamo e, forse, cosa siamo.

 

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della Sala Flavio Boccarini

Antonio Pennacchi, scrittore

Davide Assael, filosofo

Chiostro Boccarini

Vivere nella Tempesta

Naufragi e approdi: la meraviglia e la pietà in Shakespeare

Ritrovarsi il 1 novembre del 1611 non sarà un viaggio temporale, bensì un’avventura che seguirà una «geografia emozionale» sotto la guida di Nadia Fusini, autrice del libro che porta il titolo dell’incontro.
Ma quale sia lo spazio della prima rappresentazione dell’ultima opera shakespeariana, “La Tempesta”, – se la scena, gli spalti del teatro o l’isola del naufragio – poco importa: date e luoghi si confondono nel “tempestoso” dell’esistenza dove si incontrano e si scambiano re lontani dal potere, maghi che raccontano sogni, duchi spodestati, mostri umani, marinai disperati e spiriti misericordiosi.

 

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della Sala Flavio Boccarini

Massimo Donà, filosofo

Nadia Fusini, critica letteraria

Giordano Agrusta, attore

Daniele Menghini, attore

Caroline Baglioni, attrice

domenica 5

Chiostro Palazzo Colonna

Miles of grapes. Viaggio dal vino al jazz

CICLOPICA & AMELIADOC: una partnership DOC!

Un musicista alle prese con un’improvvisazione jazz e un vignaiolo che decide per una fermentazione spontanea hanno qualcosa in comune?  Se da un lato la critica vinicola ha contratto più di un debito con il linguaggio musicale per caratterizzare l’espressività del vino – come dimostrano i frequenti riferimenti al timbro, all’armonia, al profilo monocorde o dissonante di profumi e sapori – come si mette la faccenda quando si considera il rispettivo savoir faire di musicisti e vignaioli? E in particolare, quell’arte dell’improvvisazione che fa il talento del jazzista resta ancora una risorsa se riferita a un vignaiolo?

 

Durante e al termine della conferenza sarà possibile degustare i vini della Cantina Podere Còncori e prodotti tipici del territorio.

Ingresso gratuito

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della Antiche Cantine di Palazzo Colonna

Gabriele Da Prato, vignaiolo

Massimo Donà, filosofo

Giampaolo Gravina, degustatore e critico vinicolo

Piazza Lojali (Duomo)

«Come una montagnola di neve! È Moby Dick!»

Letture di un "libro malvagio"

Nel 1851, Melville descrisse il suo Moby Dick come “un libro malvagio”. Un libro tragico, lo definiremmo oggi: un libro in cui il protagonista, nel suo fallimento già scritto, è grandioso e ridicolo. Un’epopea senza pubblico, di una vanità piena, narrata da un autore che chiama se stesso “irresponsabile” –  perché raccontare il male non è un compito per eroi. Malvagità e vacuità, montagne di neve e distese di acqua, mostri, umani e umani mostruosi saranno i soggetti di un incontro interamente dedicato all’opera melvilliana.

 

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno del Duomo

Ottavio Fatica, traduttore

Giulio Giorello, filosofo

Francesco Valagussa, filosofo

Piazza Lojali (Duomo)

Premiazione Concorso Letterario “Andrea Maria Frassanito” – II edizione

Piazza Lojali (Duomo)

Il gigante è nudo?

L'Europa alla sfida del terrore

Agitato in preda a emergenze politiche e umanitarie, apparentemente disarmato di fronte al radicalismo, scisso tra i valori del laicismo secolarizzato e quelli di nuove forme di estremismo religioso e politico. Il gigante europeo ha ancora un’anima?

 

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno del Duomo

Donatella Di Cesare, filosofa

Yahya Pallavicini, imam

Giulio Goria, filosofo

Chiostro Boccarini

Caffè Odessa

Una notte d’inverno nel quartiere ebraico di Odessa. La nebbia del porto si confonde con la luce dei lampioni, l’umidità entra nelle ossa attraverso il cappotto. Oltre le finestre appannate, un caffè promette compagnia, calore, qualche risata e un po’ di musica.

Viaggiatori e avventurieri, cantanti dell’Opera e marinai, ragazze di buona famiglia e attrici sfiorite, commercianti e militari. Attorno al Samovar si raduna un mondo intero, e finché ci sono musica, acquavite e caffè la notte non finisce. Da Cracovia a New York, da Berlino a  Tel Aviv, da Istanbul a Buenos Aires, canzoni si susseguono, profumi si intrecciano, sapori si mischiano. Yiddish, ebraico, ladino, inglese, spagnolo. A chi appartiene la cannella? All’Oriente profumato o alle notti del nord Europa?

L’Europa e gli Stati Uniti hanno nutrito la diaspora ebraica di jazz, di Tanghi, di Balcani, di canzoni da varietà, ma forse la vera radice sta nel medio Oriente, oppure si perde nella notte dei tempi, nelle melodie cantate dagli ebrei cacciati di Spagna e approdati a Istanbul e a Salonicco.

Poi c’è la nuova canzone che nasce nei kibbutz, dove ci si stringe attorno al fuoco, la sera dopo il lavoro nei campi, oppure si danza, per celebrare il primo raccolto e la gioia di essere vivi e liberi. Ma allora.. Esiste la musica ebraica? E se sì, che cos’è? Poco conta: in un Caffè come il nostro, l’importante è avere una storia da raccontare e una canzone da cantare.

 

Ingresso gratuito

 

In caso di pioggia l’evento si terrà all’interno della chiesa di San Francesco

Miriam Camerini, theatre director and performer

Bruna Di Virgilio, musicista

Manuel Buda, musicista

Durante

L'atelier del Ciclope

“Infuria”

Installazione artistica

«Non ho mai creduto nelle Installazioni puramente estetiche; dalle mie ho sempre preteso una drammaturgia. Chi le osserva deve avere la sensazione di trovarsi sulla scena di un crimine, deve camminare facendo attenzione a non cancellare le prove, deve chiedersi chi sia l’assassino, quale sia il suo movente, se ucciderà ancora e come. Se questo accade ho dipinto un bel “quadro”, quando il pubblico risolve subito il caso ho fatto solo arredamento». G.Q.

Inaugurazione: giovedì ore 17.30

Apertura: tutti i giorni dalle 11 alle 23

 

L’installazione è realizzata con il contributo della Pasticceria Russo. Una selezione di opere di Giosuè Quadrini sarà esposta presso la Pasticceria Russo a cura dell’Ass. Culturale “L’arte di Esporre”

Giosuè Quadrini, artista

Spazio d'incontro - Il granaio

TOTO’ & FABRIZI, vizi e virtù

Mostra fotografica

Tra pubblico e privato, il sorprendente ritratto fotografico di due giganti dello spettacolo che hanno più volte incrociato le spade sul set e che nella vita sono stati amici.

A cura dell’Associazione culturale Il granaio

Inaugurazione: giovedì 2 giugno ore 11.00
Apertura: tutti i giorni dalla 11 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30

Museo Archeologico

Alla scoperta della città dei Ciclopi

Visite guidate a cura del Museo Archeologico di Amelia

giovedì 2 giugno
Museo Archeologico dalle 10:30-13:30 e dalle 16:30- 19:00
Cisterna romana dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 16:00-18:00
Palazzo Petrigani dalle 14:00- 16:00
Teatro sociale visita guidata alle 11:00 con partenza dalla cisterna romana

venerdì 3 giugno
Museo Archeologico dalle 10:30-13:30 e dalle 16:30-19:00 e dalle 20:00 alle 22:00
Cisterna Romana dalle 16:00 -18:00

sabato4 giugno
Museo Archeologico dalle 10:30-13:30 e dalle 16:30- 22:00
Cisterna romana dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 16:00-18:00
Palazzo Petrigani dalle 14:00- 16:00

domenica 5 giugno
Museo Archeologico dalle 10:30-13:30 e dalle 16:30-19:00 e dalle 20:00 alle 22:00
Cisterna Romana dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 16:00-18:00
Palazzo Petrigani dalle 14:00- 16:00

Dal 2 al 4 giugno sarà aperto l’ufficio di informazione e accoglienza turistica dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 18 e domenica 5 giugno dalle 9:00 alle 13:00

Gli ospiti

I luoghi

Infopoint

Scopri

Spazio d’incontro – Il granaio

Scopri

L’atelier del Ciclope

Scopri

Terrazza Palazzo Venturelli

Scopri

Museo Archeologico

Scopri

Piazza Lojali (Duomo)

Scopri

Chiostro Boccarini

Scopri

Chiostro Palazzo Colonna

Scopri

Rimani aggiornato sulle novità dell'Associazione.

Please leave this field empty.

Contattaci

Scrivi all'Associazione.

Nome

Mail

Oggetto

Please leave this field empty.

messaggio